La gru del futuro secondo Tadano

Rispettosa dell’ambiente, non inquina e non fa rumore. Il Gruppo Tadano vuole iniziare la produzione della prima gru elettrica fuoristrada. Tanti i vantaggi per i clienti.

Un passo importante verso la sostenibilità

Nell’aprile del 2021, il Gruppo Tadano ha annunciato i suoi obiettivi ambientali a lungo termine che comprendono la riduzione del 25% delle emissioni di CO2 nelle attività dell’azienda e del 35% di quelle derivanti dall’uso dei suoi prodotti per il 2030 e, ancora più importante, raggiungere l’obiettivo di zero emissioni di carbonio per il 2050. Puntando a questi obiettivi, l’azienda ha riunito tutte le sue soluzioni sostenibili sotto il nome di Tadano Green Solutions (TGS). Unitamente alle tecnologie di sollevamento, le innovazioni introdotte con le TGS contribuiranno non solo alla sostenibilità ma anche alla sicurezza nel funzionamento, alla qualità e all’efficienza.

La prima gru al mondo a zero emissioni

La prima gru elettrica fuoristrada del mondo che Tadano sta attualmente sviluppando è il prossimo passo verso gli obiettivi ambientali della Società. Questa gru sarà in grado di raggiungere il cantiere di lavoro e di completare tutte le operazioni di sollevamento con zero emissioni, utilizzando alimentazione elettrica o a batteria invece che diesel.

Oltre a rispettare l’ambiente, il motore elettrico di questa gru fuoristrada consente un funzionamento a basso livello di inquinamento acustico. Ne risulterà un vantaggio significativo per i clienti che spesso devono lavorare in aree urbane congestionate rispettando i regolamenti sul rumore, permettendo di portare a termine lavori di sollevamento di notte e in luoghi chiusi. Tadano sta attualmente lavorando con diversi fornitori e partner del settore e punta a portare sul mercato la nuova gru elettrica fuoristrada alla fine del 2023.

La maggior parte delle gru attualmente sul mercato consumano carburante diesel per funzionare. Per molti modelli, il motore e il sistema di trasmissione sono necessari sia per far muovere la gru in cantiere che per azionare il sistema idraulico impiegato per sollevare i carichi. In questo modo quando la gru è in funzione si brucia carburante diesel producendo emissioni di CO2.

Nell’ambito delle TGS, una delle principali iniziative per abbattere le emissioni dovute ai prodotti Tadano è il passaggio all’alimentazione elettrica per la linea di prodotto gru fuoristrada. Altre iniziative importanti nell’ambito delle TGS sono l’adozione del sistema Tadano E-Pack e la possibilità per la maggior parte delle gru Tadano prodotte in Europa di utilizzare carburanti a emissioni ridotte come l’olio vegetale idrotrattato (HVO) senza necessità di modifiche.

L’innovativa soluzione E-Pack di Tadano, attualmente disponibile in Europa e presto anche in Giappone, consente di utilizzare la gru senza avviare il motore. Questo sistema elettroidraulico si collega rapidamente alla gru e offre il massimo in termini di emissioni zero e di funzionamento silenzioso. L’intelligente sistema di controllo del motore elettrico E-Pack garantisce un utilizzo efficiente dell’energia elettrica a un costo di funzionamento inferiore rispetto a quello delle gru con alimentazione a gasolio.

“Nella ricerca di una maggiore armonia, Tadano, sentendosi parte della società che la circonda, dà il suo contributo per migliorare l’ambiente globale. Ci siamo posti obiettivi ambiziosi puntando ad abbassare le emissioni sia a livello operativo che di prodotto e collaboreremo con le aziende leader del settore per raggiungere tali obiettivi” dichiara Toshiaki Ujiie, President, CEO e Representative Director di Tadano Ltd. “Proseguendo con le innovazioni miranti ad abbassare le emissioni di CO2 dei prodotti precedenti, siamo fieri di presentare la prima gru fuoristrada con alimentazione a batteria/elettrica, che rappresenta un passo fondamentale per arrivare al nostro obiettivo di ridurre del 35% le emissioni di CO2 nei nostri prodotti entro il 2030”.

2023-08-18T19:25:42+02:0023 Marzo 2022|Categorie: COMPONENTI, Demag, GRU, NOTIZIE, Tadano|Tag: |